Browsing Category

News

Iniziative UDI Bologna 25 novembre 2016

News By 24 Novembre 2016 No Comments

UDI BOLOGNA PARTECIPA ALLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE “NON UNA DI MENO”, CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE, CHE SI TERRA’ A ROMA  IL 26 NOVEMBRE

Appuntamenti nell’area metropolitana di Bologna

25 novembre ore 18 Consiglio comunale San Lazzaro di Savena

nell’ambito di “ 365 giorni NO – rassegna contro la violenza sulle donne”

Interviene per UDI Katia Graziosi

Share:

Il grande gioco della pace

News By 21 Novembre 2016 No Comments

 Ad oggi abbiamo realizzato il progetto con due classi dell’Istituto Keynes di Castel Maggiore, Prima B e Terza AR, guidate dalle Docenti Anna Grazia Zampiccinini e Mirella Belcastro. Gli incontri si sono svolti a classi separate essendo diversi i livelli di preparazione. Studenti/esse che hanno partecipato con entusiasmo e curiosità, con impegno individuale e collettivo, hanno manifestato il desiderio di ri-incontrarci dopo che avranno continuato a lavorare ed espresso i loro pensieri e commenti, prodotto i loro disegni, inventato slogan o parole nuove per la pace, al fine di restituire quanto assimilato e ideato da esporre nella Mostra finale.

Share:

Inaugurazione mostra “1946~2016 voto alle donne 70 anni da protagoniste”

News By 21 Novembre 2016 No Comments

A Castelnuovo Rangone nella sala del Torrione inaugurazione  mostra fotografica “1946 – 2016 voto alle donne 70 anni da protagoniste”, in collaborazione con le donne dell’ associazione CAOS ed il Comune. 

Alcune immagini

Share:

Sia chiarito se una donna è morta perché un medico obiettore non è intervenuto

News By 22 Ottobre 2016 No Comments

Riproponiamo il comunicato dell’UDI di Catania sulla morte di Valentina Milluzzo

La magistratura accerterà le cause della morte di Valentina e le eventuali responsabilità dei medici e della struttura sanitaria presso cui era ricoverata. A noi resta la responsabilità di fare tutto ciò che possiamo affinché il diritto alla salute delle donne sia salvaguardato. Per questo non possiamo accettare e non accettiamo che a Catania e in Sicilia, dove le obiezioni di coscienza non si contano più, la legge 194 che abbiamo voluto per garantire il diritto alla maternità libera e responsabile sia violata e inapplicata.

Share: