Bologna, 8 marzo 1955. Nel pieno della guerra fredda e dell’ondata di licenziamenti che colpirono le fabbriche bolognesi e italiane negli anni Cinquanta, quattro donne furono arrestate mentre distribuivano mimosa in occasione della Giornata Internazionale della Donna. In quegli anni caratterizzati dalla violenta repressione perpetrata dalla polizia nei confronti del movimento operaio e contadino durante scioperi e manifestazioni, persino un innocuo fiore come la mimosa veniva considerato un simbolo sovversivo, sinonimo della lotta per l’emancipazione femminile. Processate per direttissima, le quattro donne vennero condannate a un mese di reclusione da scontare presso il carcere di San Giovanni in Monte.

Nel corso degli anni Cinquanta, la repressione colpì duramente la popolazione di Bologna e provincia. Molteplici sono i casi che videro lavoratori e cittadini venire incarcerati per aver difeso i loro diritti. Tra i casi più eclatanti, vi fu l’ondata di espropri delle case del popolo del bolognese nel 1954, che ebbe il suo culmine nella difesa delle case del popolo di Crevalcore e Ozzano dell’Emilia, durante le quali decine di persone furono vittime di bastonature durante l’assalto della polizia e finirono in carcere per diversi mesi.

Sessant’anni dopo, San Giovanni in Monte è sede del Dipartimento di Storia dell’Università di Bologna, luogo deputato a riportare alla luce le storie delle migliaia di donne e uomini negli anni Cinquanta vennero ingiustamente incarcerati.

Il documentario di Andrea Bacci prodotto dalla Seven Lives Film,

CON IL CONTRIBUTO DI: Fondazione Carisbo, Camera del Lavoro di Bologna, Fondazione Argentina Bonetti Altobelli, SPI Bologna, FILCTEM Bologna, FIOM Bologna e

CON IL SOSTEGNO DI: APS Archivio Storico Paolo Pedrelli, Archivio Storico Università di Bologna, Archivio CGIL Nazionale, Biblioteca Italiana delle Donne, Dipartimento di Storia Culture Civiltà – Università di Bologna, Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, Istituto Parri Emilia Romagna,
Museo del Patrimonio Industriale di Bologna, Presidenza del Consiglio Comunale di Bologna, Ducati Motor Holding S.p.a.

è visionabile sul sito ufficiale http://www.pauranonabbiamo.it/.


Vedi anche:


Share: