Browsing Category

News

In memoria di tutte le donne vittime di femminicidio

News By 27 Novembre 2018 No Comments

Ieri 26 novembre alle 12:30 si è svolta la cerimonia in memoria di tutte le donne vittime di femminicidio nel Cortile d’onore di Palazzo d’Accursio. L’assessora alle Pari opportunità e alla Lotta alla violenza e alla tratta sulle donne e sui minori, Susanna Zaccaria ha deposto un mazzo di fiori alla lapide che ricorda tutte le donne vittime di femminicidio, inaugurata nel 2016 e ha inaugurato la mostra fotografica “Ritratti di donna” nelle bacheche del corridoio tra i due cortili di Palazzo d’Accursio, a cura di Comune e Cineteca. Le foto esposte, selezionate dall’archivio della Cineteca sono di Romano Cagnoni, Nino Comaschi, Aldo Ferrari, Antonio Masotti ed Enrico Pasquali e catturano ritratti di donne che ridono o sorridono nella loro quotidianità.
http://www.comune.bologna.it/…/giornata-internazionale-leli…

 
Share:

Violare la violenza, sesta edizione. Eventi dedicati alla Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

News By 23 Novembre 2018 No Comments

Riflessioni dai punti di ascolto UDI. Conferenze, proiezioni, incontri, testimonianze.

UDI, sempre in prima linea per difendere i diritti delle donne, anche quest’anno presenta la rassegna “Violare la violenza” realizzata in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Conferenze, proiezioni, incontri, testimonianze fino al 29 novembre. Vi aspettiamo numerose e numerosi!

Nel mese di novembre proseguono inoltre gli incontri formativi “Saperi” rivolti ad operatori dei servizi territoriali del distretto terre Pianura Est inclusi quelli dedicati alla donne migranti. 

Share:

APPELLO A TUTTE LE DONNE CONTRO IL  DDL PILLON

Diritti, News By 17 Settembre 2018 No Comments

pastedGraphic.png

IN DISCUSSIONE AL SENATO SU SEPARAZIONE DIVORZIO E AFFIDAMENTO DEI BAMBINI

E’ URGENTE OGGI ESSERE TUTTE UNITE PER PRESERVARE VALORI E DIRITTI GUADAGNATI CON LUNGHE BATTAGLIE E TUTELATI DALLA COSTITUZIONE

E’ SOTTO ATTACCO IL DIRITTO DI FAMIGLIA

IL DDL PREVEDE:

Totale cancellazione della sapienza del materno, il ruolo e la funzione della madre.

I figli diventano pacchi da trasferire, senza distinzione di età, ogni 15 giorni, dal genitore 1 al genitore 2. 

I figli perdono il diritto all’assegno di mantenimento.

I figli perdono l’habitat prevalente. 

La violenza nelle relazioni diventa conflitto. 

Viene cancellato il reato che puniva la violenza economica e la violenza psicologica dovrà essere certificata. 

I medici, i servizi sociali, i mediatori entrano obbligatoriamente nelle separazioni e nei divorzi.

Separarsi non sarà più un diritto di tutte/i ma solo per ricche/i.

Si introduce la sindrome di alienazione parentale già dichiarata inesistente sul piano scientifico e giuridico a livello internazionale. 

Se un figlio rifiuta un genitore, indipendentemente dalle cause, sarà colpa dell’altro che verrà sanzionato e allontanato dal figlio. 

INSOMMA QUESTO DDL DISTRUGGE LA FAMIGLIA E IL GOVERNO DELLA FAMIGLIA CHE CON TANTE BATTAGLIE ABBIAMO QUI COSTRUITO, IN EQUILIBRIO, ANCHE NEI MOMENTI DI CRISI, CON LA REALTA’ SOCIALE E I DIRITTI ASSOLUTI E PERSONALI DEI SUOI COMPONENTI .

Share:

UDI E ANPI ACCOLGONO “MALACARNE” A BOLOGNA

Diritti, Eventi, News By 25 Maggio 2018 No Comments

Il giorno 23 maggio presso la biblioteca dell’Istituto Minguzzi, in via S. Isaia 90, UDI (Unione Donne in Italia) e ANPI (Associazione Nazionale Partigiani/e Italiani/e) hanno presentato il volume di Annacarla Valeriano, MALACARNE – DONNE E MANICOMIO NELL’ITALIA FASCISTA, ed. Donzelli. Si tratta di una importante opera condotta da Annacarla Valeriano, storica e ricercatrice presso l’Archivio della Memoria abruzzese Fondazione Universitaria di Teramo,  che vuole dare luce alle donne che negli anni del regime fascista sono state ricoverate nell’Ospedale psichiatrico di Teramo: donne diverse, ritenute devianti rispetto al modello di madre fattrice, ubbidiente, composta nelle parole e negli atteggiamenti nonché nel pensiero; “pazze morali” in quanto  “costituivano degli esempi di disordine sessuale frutto di un’eccessiva autonomia e immodestia dei comportamenti”. Sono donne che, anziché dedicarsi solo alla prole e “sottoporsi alla volontà morale dell’uomo, avevano preferito rinunciare a ogni considerazione sociale, facendo di questo diniego un vanto che le fa scrollare le spalle con noncuranza”. Le cartelle cliniche che l’Autrice ha visionato ci raccontano di queste vite perdute costrette al ricovero in manicomio molto spesso dagli stessi familiari o dai medici condotti, rispettosi delle direttive del regime, così come gli psichiatri. Aggettivi come “scomposti, esuberanti, ingovernabili, sconci” sono riferiti ai loro corpi; “disubbidiente, altezzosa, capricciosa, incorreggibile, non lavora, …capace di abbandonarsi a parole da trivio…mesta, taciturna, sospettosa…”sono riferiti ai loro comportamenti, mentre “ gli zigomi sporgenti” e “i capelli quasi radi” ci rimandano a studi e categorie lombrosiane. Il manicomio diventa dunque uno strumento per medicalizzare e diagnosticare in tempo “gli errori della fabbrica umana” in linea con la politica sanitaria del regime orientata alla difesa della razza e a realizzare quegli obiettivi della politica demografica volti a eliminare dalla società “i mediocri della salute”, “i mediocri del pensiero” e “i mediocri della sfera morale”.

Share:

BIBLIOTECA VIVENTE PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Diritti, Eventi, News By 30 Gennaio 2018 No Comments

Il 30 gennaio, Katia Graziosi e Alba Piolanti di UDI Bologna, insieme alle amiche e agli amici di ANPI, hanno realizzato presso il Fomal, una scuola di Formazione per cuochi, una BIBLIOTECA VIVENTE. Che cosa è? Ciascun partecipante era un libro al quale aveva assegnato un titolo sulla base della storia che intendeva raccontare e il cartello appeso al collo lo dichiarava. Studenti e studentesse con i loro docenti, a gruppi di 4-5, hanno ascoltato, a turno, per circa 15-20 minuti tante storie e hanno letto i rispettivi libri. Domande, curiosità, dubbi, parole, hanno trovato spazio fra le pagine. Un modo nuovo e creativo per celebrare la giornata della Memoria!

Share:

C O M U N I C A T O Anticoncezionali gratuiti nella regione Emilia Romagna: una tappa significativa della sollecitazione-rivendicazione delle donne UDI regionali, ma non basta.

News By 16 Novembre 2017 No Comments

Apprendiamo con viva soddisfazione che la Giunta della Regione Emilia Romagna ha deliberato la fruizione di anticoncezionali gratuiti a fasce di adolescenti ed adulti giovani, nonché la promozione di campagne informative volte a favorire una sessualità consapevole. Attendevamo questa decisione a seguito dell’azione intrapresa oltre un anno fa dalle UDI della regione e sostenuta dalle donne CGIL con la campagna udinazionale “ADESSO BASTA” per :

 

   più contraccezione

   meno aborti

    più consultori

    meno obiettori

    più informazione sessuale

Share:

Il nostro 8 marzo 2017

News By 30 Marzo 2017 No Comments

E’ stato veramente un 8 marzo differente dagli altri. Già il 7 eravamo in piazza con i nostri mazzetti di mimosa com’è nostra consuetudine. L’8 al mattino alle 7,30 Angela e Grazia erano lì infreddolite ad allestire il bancone, sistemare i manifesti e il materiale UDI nonché il nostro librone che conserva anno dopo anno la raccolta dei pensieri delle donne che passano e hanno il desiderio di lasciare una loro traccia. Sono arrivate le altre Chiara, Anna, con le nipotine appresso, Elisabetta e Marta, che ha predisposto l’angolo per i bambini con una pedana di gomma e giochi vari. Si sono unite anche Rossella, Doda, Franca e tante altre. Alba è arrivata con lo striscione delle donne detenute della Casa Circondariale di Bologna e le coccarde fucsia che ha cucito per tutte.

Le donne detenute alla Dozza ci tenevamo molto a fare sentire la loro vicinanza e ad essere virtualmente con noi in piazza e Alba si è prodigata per lo striscione significativo a pochi giorni dalla conclusione del percorso UDI sulla violenza iniziato in autunno alla Casa Circondariale.

Le ragazze di Non Una di Meno erano a pochi metri da noi. Tanta allegria, musica, canzoni. Ci ha fatto molto piacere ascoltare al microfono una giovane che rivolgendosi a noi ha citato il sacrificio di donne anche imprigionate per la diffusione di questo fiore.

Share:

Iniziative UDI Bologna 25 novembre 2016

News By 24 Novembre 2016 No Comments

UDI BOLOGNA PARTECIPA ALLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE “NON UNA DI MENO”, CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE, CHE SI TERRA’ A ROMA  IL 26 NOVEMBRE

Appuntamenti nell’area metropolitana di Bologna

25 novembre ore 18 Consiglio comunale San Lazzaro di Savena

nell’ambito di “ 365 giorni NO – rassegna contro la violenza sulle donne”

Interviene per UDI Katia Graziosi

Share: