“Tra uccidere e morire c’è una terza via: vivere”, ha detto Christa Wolf. E Udi Bologna è in piazza anche oggi, 25 febbraio 2022, come tanti anni fa per un nuovo mondo accogliente, solidale, che si fondi su pace, giustizia, diritti e libertà delle persone.

“La guerra non ha un volto di donna” perché è violenza, distruzione, morte, mentre noi generiamo la vita. E questa piazza, stracolma di migliaia di persone, illuminata dalle fiaccole, popolata da bolognesi e ucraini/e, promossa da associazioni locali e nazionali, attraverso gli striscioni, le bandiere, gli slogan, i canti, le parole delle autorità presenti, respinge la logica degli schieramenti, rifiuta tutte le guerre come soluzione delle controversie, condanna l’industria delle armi, in nome della forza dei diritti e del dialogo contro quella dei poteri e dell’aggressione. Rabbia, emozione e speranza ci attraversano al suono della voce di Gianni Morandi: “C’era un ragazzo che come me…”. Le donne di UDI non potevano mancare l’appuntamento con la Storia e lo slogan sul nostro striscione: “STOP ALLE GUERRE PER UN’EUROPA DI PACE”, parla da solo.

Share: