Sia chiarito se una donna è morta perché un medico obiettore non è intervenuto

News By 22 Ottobre 2016 No Comments

Riproponiamo il comunicato dell’UDI di Catania sulla morte di Valentina Milluzzo

La magistratura accerterà le cause della morte di Valentina e le eventuali responsabilità dei medici e della struttura sanitaria presso cui era ricoverata. A noi resta la responsabilità di fare tutto ciò che possiamo affinché il diritto alla salute delle donne sia salvaguardato. Per questo non possiamo accettare e non accettiamo che a Catania e in Sicilia, dove le obiezioni di coscienza non si contano più, la legge 194 che abbiamo voluto per garantire il diritto alla maternità libera e responsabile sia violata e inapplicata.

Share:

Assemblea nazionale Roma 8 ottobre 2016 – Report

Femminicidio By 18 Ottobre 2016 No Comments

Prima di qualsiasi considerazione viene il ricordo di chi non è potuta essere con noi, eppure era presente come lo sarà in tutte le nostre lotte.

Ciao Silvia, che la terra ti sia lieve.

Oltre cinquecento donne, provenienti da tutta Italia, si sono ritrovate l’8 ottobre presso la facoltà di Psicologia dell’Università Sapienza di Roma, nell’assemblea del percorso nazionale contro la violenza maschile sulle donne “Non Una di Meno”.

Share:

Le UDI emiliano-romagnole per la giornata mondiale sulla contraccezione

Diritti, Salute By 27 Settembre 2016 No Comments

OGGI 26 SETTEMBRE 2016, giornata mondiale sulla contraccezione, è partita la mobilitazione nazionale lanciata da UDI, che durerà un anno, per rimettere al centro del confronto con le istituzioni, i diritti delle donne all’autodeterminazione sul proprio corpo e nel lavoro, nella maternità, nella cultura, nei sistemi educativi, nella possibilità di rappresentarsi ed essere rappresentate.

Alle ore 11, in tante e da tutta la regione, davanti alla sede dell’Assemblea legislativa, abbiamo esposto con le modalità che ci appartengono, le ragioni della nostra presenza e della nostra iniziativa. Erano con noi anche donne di altre associazioni e della CGIL regionale e dei territori.

Share:

SPAZIO UDI AL CENTRO LAME

Diritti By 22 Settembre 2016 No Comments

Dal 20 settembre siamo al Centro Lame di via Marco Polo nello spazio Eureka di Coop-Alleanza3.0. Lo spazio ospita quello che ci piace definire “DONNE UDI IN ASCOLTO” nei giorni di martedì e venerdì dalle ore 12,30 alle ore 14,30 con le avvocate volontarie UDI del Gruppo Donne e Giustizia. Un angolo di riservatezza dedicato in particolare alle donne, per ascoltare, condividere emozioni e offrire informazioni sui diritti della persona in famiglia e in convivenza, su cosa fare in caso di maltrattamenti dentro e fuori la famiglia. Un luogo ove cominciare a parlare di relazioni conflittuali. L’accesso è diretto. Ulteriori informazioni al 051 232313

Share:

 IL 26 SETTEMBRE SI COMINCIA…

Diritti, Salute By 22 Settembre 2016 No Comments

 Presidio dalle ore 11 alle ore 13 alla sede della Regione Emilia Romagna   viale Aldo Moro 50 Bologna

Un anno di mobilitazione, riflessione e lotta politica su diverse questioni che ruotano attorno ai corpi fertili delle donne, ai loro diritti di autodeterminazione e di cittadinanza nel lavoro, nella maternità, nella cultura, nell’educazione.

Share:

Alba Piolanti: Succede a Scascoli

Diritti, Politica By 20 Settembre 2016 No Comments

Chi lo direbbe che in un piccolo borgo di quattro case potesse succedere? Eppure, grazie alla ospitalità di Gianna, Romano e Sara domenica 17 settembre UDI è stata protagonista di un pomeriggio interessante e ricco di idee. La loro piccola casa, trasformata in un Centro artistico-culturale, Il Nido della Valle, ha accolto a Scascoli, le donne dell’UDI per riflettere insieme ad un pubblico curioso e attento la storia del voto alle donne.

Share:

26 settembre 2016

Diritti, Salute By 6 Settembre 2016 Tags: , , , No Comments

Il 26 Settembre si comincia

L’UDI ha proclamato un anno di mobilitazione, riflessione e lotta politica su diverse questioni che ruotano attorno ai corpi fertili delle donne, al loro diritto di autodeterminazione e di cittadinanza nel lavoro, nella maternità, nella cultura, nell’educazione delle giovani generazioni, nella possibilità di rappresentarsi ed essere rappresentate.

Ci piace iniziare un anno di mobilitazione attorno al tema del corpo e del lavoro delle donne con la chiarissima espressione ” Adesso Basta ” e poi, a seguire, i nostri no e i nostri sì.

Share: