Per chi non fosse riuscita a prendere parte alla nostra presentazione ufficiale, vi presentiamo qui di seguito l’ultimo lavoro del nostro progetto pluriennale Detenute fuori dall’ombra (vedi QUI per un approfondimento):

Fuori dall’Ombra” a cura di Barbara Lodi, Giuseppina Martelli, Alba Piolanti, Barbara Verasani, Anna Vinci, ed. Enciclopedia delle donne, Milano, maggio 2020.

E noi siamo convinte di averle portate, le donne della sezione femminile, fuori dall’ombra, alla luce!

Dal 5 febbraio al 10 dicembre 2019 siamo state con loro una volta la settimana per relazionarci, ascoltare, confrontarci, conoscerci in modo sempre paritetico fra donne, senza pregiudizi né giudizi, senza ombre, in equilibrio su un filo che ci ha guidate: la violenza nei suoi mille volti! Questo era infatti il mandato del Bando promosso nel 2017 dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento Pari Opportunità a cui UDI Bologna ha partecipato con un progetto che è stato selezionato e finanziato a livello nazionale. UDI Bologna, che da sempre si impegna nella lotta per i diritti, il rispetto, l’autodeterminazione e l’emancipazione delle donne, ha buone pratiche su queste tematiche e ora che è anche Centro antiviolenza ha riconosciuto in questo progetto l’opportunità di praticare quei valori che da sempre l’hanno caratterizzata.

Il volume DETENUTE FUORI DALL’OMBRA, che documenta parte del lavoro svolto, si sviluppa su quattro moduli:

  • Modulo Cineforum, lettura, scrittura;
  • Modulo benessere;
  • Modulo giuridico-legale;
  • Modulo orientamento al lavoro.

Il libro si avvale del progetto grafico di Gianna Solmi, della copertina di Sara Colombazzi e delle foto di Giuseppina Martelli e Anna Vinci. Vanno ricordati i contributi esterni che hanno arricchito e potenziato il progetto:

  • La produzione di un docufilm condotto dalla regista Licia Ugo con gli operatori di Arimvideo di Roma;
  • La realizzazione degli Attestati di partecipazione ad opera di studenti /esse del corso Grafici dell’Istituto Aldrovandi Rubbiani di Bologna, con i quali abbiamo voluto riconoscere la partecipazione sempre attiva e costruttiva delle detenute ai laboratori.

Esse infatti, con la loro attenzione e interesse, hanno reso vivi gli incontri, sono cresciute, sono diventate donne nuove consapevoli della loro identità, hanno ritrovato in se stesse delle energie positive, delle capacità che non sapevano di possedere che hanno alimentato la speranza di una nuova vita. I loro scritti, le risposte a loro stesse e a noi, i disegni e le formulazioni di pensieri liberi, sono raccolti in questo volume che intende documentare parte del cammino che insieme abbiamo fatto. FUORI DALL’OMBRA vuole prendere il lettore/la lettrice per mano e accompagnarlo in questo percorso di illuminazione che ha reso tutte noi più ricche.

Ma non solo: il volume, con la sua diffusione, intende far conoscere la vita delle donne nella detenzione, una vita fatta di isolamento, solitudine, rabbia e discriminazioni, puntando a raggiungere così un importante obiettivo di questo progetto: portare fuori ciò che accade dentro, perché conoscere significa diventare consapevoli e assumersi delle responsabilità. Le detenute infatti in quanto cittadine, pur temporanee, di Bologna, nella detenzione hanno diritto al rispetto, alla considerazione da parte delle Istituzioni locali e nazionali, a risposte alle molte richieste che emergono dalla loro condizione di reclusione. Tra le partecipanti al progetto alcune sono native locali, altre migranti, alcune studentesse altre meno scolarizzate, ma ora tutte donne libere e consapevoli, protagoniste attive delle proprie vite, pronte per una risocializzazione, se solo trovassero strutture esterne adeguate ad accoglierle. Insieme abbiamo vissuto emozioni, condiviso brandelli di vita espressi dalle parole, immagini e fotografie che il libro contiene.

Share: