in Udi siamo ancora incredule che non potremo incontrare Angela, domani, in via dell’Oro, o ai prossimi incontri dei tavoli cittadini dove si discute di politica di genere, e piangiamo la sua precoce ed inaccettabile assenza.

Le nostre strade si sono intrecciate ogni giorno nella condivisione della stessa passione politica, quella dei diritti delle donne, per la quale abbiamo lavorato a lungo attraversando i diversi luoghi e le diverse epoche del femminismo, dagli anni ottanta sino ad oggi, a volte anche discutendo animatamente, in una dialettica di onesta sorellanza nella consapevolezza di aver dato concretezza e reso vere le nostre comuni battaglie e di aver contribuito nei tanti anni a cambiare le vite delle donne e il significato della politica di genere.

Ricordiamo i progetti realizzati insieme, i seminari e le formazioni dove Angela ha generosamente regalato esperienza e sapere condensati durante gli anni di lavoro alla Casa delle Donne di Bologna. Ricordiamo i suoi continui stimoli a migliorare e progredire le buone pratiche e l’operatività dei centriantiviolenza, questa ricchezza forma già parte del patrimonio culturale dei centriantiviolenza, e non verrà dispersa. Alcune di noi ricordano anche l’amica dei tempi universitari, gli incontri tra amici presso la sua abitazione in via Broccaindosso, il marito Francesco e i figli.  Un caldo e sentito abbraccio alla famiglia di Angela e alle compagne della Casa, dalle donne di Udi Bologna e di Udi Nazionale.

Rossella Mariuz, Katia Graziosi, Vittoria Tola, Giulia Potenza, Marta Tricarico, Camilla Zamparini, Angela Pozzi, Eloisa Betti, Loretta Serra, Giuseppina Martelli, Olga Chiusoli, Franca Volpin, Hasna Hotmani, Loretta Santagata, Lucina Santagata, Nara Martelli, Alba Piolanti, Cristina Bilancini, Stella Dassi, Ania Pignatti, Rossella Roncati

Share: