Browsing Category

News

L’ARCHIVIO UDI di Bologna alle giornate FAI d’autunno

News By 22 Ottobre 2019 No Comments

Il 12/13 ottobre 2019, l’Archivio UDI di Bologna ha vissuto due giornate di straordinaria intensità e importanza per fare conoscere l’associazione e la sua storia. Ragazze e ragazzi del Fai, coadiuvati anche da volontarie/i di più lunga data, hanno con passione accolto i visitatori e raccontato loro non solo la storia di Palazzo Ratta, ma anche la storia di UDI e le sue attività contemporanee legate ai diritti delle donne e contrasto alla violenza.

La straordinaria affluenza, che ha toccato oltre 1000 visitatori in due giorni e che ha prodotto file all’esterno della sede, è stata gestita grazie all’impegno di tutti, volontari FAI e donne UDI che hanno cooperato insieme per ottenere questo straordinario risultato.

Share:

Mostra fotografica “Formazione professionale, lavoro femminile e industria a Bologna” al Museo del Patrimonio industriale – fino al 17 novembre

Diritti, Eventi, News By 21 Ottobre 2019 No Comments

L’esposizione costituisce il primo appuntamento di un più ampio progetto dedicato al tema “Lavoro, formazione e cultura tecnica femminile”, nato da una partnership tra il Museo e l’Unione Donne in Italia (UDI), sede di Bologna, e che vede, per questa mostra, la collaborazione della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), Ufficio per l’Italia e San Marino.
Al centro del percorso vi è il tema dell’istruzione professionale e del lavoro femminile nei contesti industriali, con un focus sul territorio bolognese.
Bologna, e l’Emilia-Romagna nel suo complesso, conobbero un’impetuosa espansione industriale negli anni del miracolo economico (1958-1963), della quale anche le donne furono protagoniste. All’importante crescita quantitativa dell’occupazione femminile industriale, non corrispose tuttavia una qualificazione del lavoro delle donne.

Share:

Per una sanità più vicina alle donne che subiscono violenza

News By 20 Ottobre 2019 No Comments

Nel corso del 2019 si sono tenuti due interessanti incontri tra UDI, e professioniste del Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza, della Pediatria d’urgenza, del Pronto Soccorso pediatrico e di quello ostetrico-ginecologico del Policlinico  S.Orsola di Bologna, con l’obiettivo di approfondire e focalizzare  l’attenzione sull’importanza del ruolo dei sanitari nell’accoglienza  e nella gestione delle donne vittime di violenza.

Siamo infatti intervenute nei  moduli formativi del 14 marzo e 18 ottobre svolti  al Policlinico S.Orsola.

Share:

Avvio del progetto Genere, lavoro e cultura tecnica tra passato e futuro.

News By 22 Maggio 2019 No Comments

Al via il progetto promosso da Unione Donne in Italia – UDI di Bologna e Museo del Patrimonio industriale di Bologna, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna (Assessorato al Bilancio, Riordino istituzionale, Risorse umane e Parti opportunità) e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Il progetto Intende promuovere una riflessione che coniughi la ricostruzione storica dei caratteri peculiari del lavoro e dell’istruzione tecnico-professionale femminile con proposte didattico-formative utili a promuovere una cultura positiva del lavoro delle donne.

Share:

30 Marzo 2019. Verona Transfemminista: la Diffida UDI

Diritti, Eventi, News By 20 Marzo 2019 No Comments

(Chi desidera venire a Verona alla manifestazione sabato 30 marzo può prenotarsi in UDI Bologna al tel 051 232313 entro martedì 26 marzo).

Al Presidente del Consiglio dei Ministri,

Siamo cittadine del mondo e alle donne di tutto il mondo è rivolto un attacco senza precedenti: incarnato dal Congresso mondiale delle famiglie.
Contro l’interruzione di gravidanza volontaria
Contro la liberà di difendersi dalla violenza degli uomini

Contro la libertà di unirsi per amore
Contro la libertà di scegliere il paese in cui vivere
Contro l’Europa voluta dalle donne, sede di un diritto superiore
E soprattutto contro la Convenzione di Istanbul, la carta che impegna gli stati a contrastare la violenza contro native e migranti. Usurpatori dei diritti e delle parole che noi abbiamo riempito di significati nel nostro cammino. I capi di movimenti patriarcali vogliono tornare a un modello di famiglia che noi abbiamo già archiviato: quella del padre padrone. Noi la famiglia la stiamo cambiando, perché non sia più la patria della violenza e dell’arbitrio sulle donne e sui loro figli.

Share:

Assemblea delle maestranze “Conserve Italia” Società Cooperativa Agricola

Diritti, Eventi, News By 12 Marzo 2019 No Comments

Ieri si è svolto l’ultimo evento di Una Settimana per Tina giunta alla terza edizione. In Via Paolo Poggi 11 a San Lazzaro di Savena si è tenuta l’Assemblea delle maestranze “Conserve Italia” Società Cooperativa Agricola. Con la partecipazione di: Luisa Guidone Presidente del Consiglio comunale di Bologna. Le rappresentanze sindacali FAI Cisl, CISL, FLAI Cgil, Uila Uil e UIL, e le rappresentanti delle associazioni CIF e UDI. Marzia Montebugnoli, Cisl, Coordinamento Azioni Positive UST Metropolitana ha affermato che “le donne hanno le soft skills. Qualità che danno risultati migliori nel tempo. Fa piacere sottolineare che alcune tra le più grandi aziende sono guidate da donne come la Microsoft e Amazon. Dobbiamo investire sui servizi della persona, per il futuro noi dobbiamo combattere oggi. Combattere un linguaggio, quello che fa apparire normale la discriminazione e l’offesa”. Presente anche Giuseppina Morolli Segretaria Uil della provincia di Rimini che ha sottolineato il fatto di essere “felice in quanto donna, madre, nonna e figlia. Arrivo dal posto di lavoro, ho toccato tutte le fasi e quotidianamente ho a che fare con i problemi di tutti. Oggi vorrei toccare il tema delle molestie nei luoghi di lavoro, un tema importante e difficile da trattare. Con tutti i pregi e i difetti in Emilia Romagna abbiamo il pregio di aver stretto accordi che recepiscono la normativa europea sulle discriminazioni. È importante che questo venga recepito all’interno della contrattazione con l’azienda. Quello che è venuto fuori è stato un patto affinchè la contrattazione di genere venga recepita da tutte le politiche. Un benessere organizzativo genera maggiore produttività e armonia. Abbiamo bisogno di affiancare ai tavoli di trattativa gli uomini e le donne. Condividere insieme un percorso”.

Share: