Le donne dellโ€™UDI perdono un amico.
Apprendiamo della scomparsa del prof. Carlo Flamigni. Esprimiamo a nome delle donne dell’UDI tutta la nostra vicinanza alla famiglia.

Desideriamo ricordare uno scienziato che aveva scelto di stare sempre dalla parte delle donne per la loro libertร  e autodeterminazione in anni lontani in cui non era facile schierarsi in un ambito come quello della medicina controllata da solide “baronie”, e in anni ove non esisteva ancora un servizio sanitario nazionale.

Flamigni ci ha fatto conoscere una medicina amica delle donne e vicina ai nostri bisogni. Ne ricordiamo la grande disponibilitร  ad ascoltarci, a guidarci in terreni a noi scientificamente sconosciuti come quelli della contraccezione, maternitร  consapevole e controllata.
Lo ricordiamo ancora accanto a noi nella campagna contro il referendum della legge sulla procreazione medicalmente assistita e insieme soffrire per la sconfitta.

Lo ricordiamo giovane ginecologo a Ferrara, poi a Bologna in un legame stretto con le UDI locali, sempre pronto e disponibile alle chiamate.
Ne ricordiamo i tanti momenti partecipati come le affollatissime assemblee di lavoratrici.

Erano iniziati gli anni โ€™70 e all’epoca era qualcosa di rivoluzionario entrare in un luogo di lavoro e discutere di sessualitร , di contraccezione, di maternitร , di interruzione volontaria di gravidanza. Le donne volevano conoscere cose di cui nessuno aveva loro mai parlato: il proprio corpo e la sessualitร .
Flamigni, un grande uomo di scienza contro corrente il cui pensiero, conoscenza scientifica ed il suo agire in favore delle donne, resterร  nella storia nazionale ed in particolare della sua Regione che l’ha stimato e gli ha voluto bene.

UDI Nazionale
e UDI della Regione Emilia-Romagna
5 luglio 2020

Share: