Browsing Category

Diritti

UDI E ANPI ACCOLGONO “MALACARNE” A BOLOGNA

Diritti, Eventi, News By 25 maggio 2018 No Comments

Il giorno 23 maggio presso la biblioteca dell’Istituto Minguzzi, in via S. Isaia 90, UDI (Unione Donne in Italia) e ANPI (Associazione Nazionale Partigiani/e Italiani/e) hanno presentato il volume di Annacarla Valeriano, MALACARNE – DONNE E MANICOMIO NELL’ITALIA FASCISTA, ed. Donzelli. Si tratta di una importante opera condotta da Annacarla Valeriano, storica e ricercatrice presso l’Archivio della Memoria abruzzese Fondazione Universitaria di Teramo,  che vuole dare luce alle donne che negli anni del regime fascista sono state ricoverate nell’Ospedale psichiatrico di Teramo: donne diverse, ritenute devianti rispetto al modello di madre fattrice, ubbidiente, composta nelle parole e negli atteggiamenti nonché nel pensiero; “pazze morali” in quanto  “costituivano degli esempi di disordine sessuale frutto di un’eccessiva autonomia e immodestia dei comportamenti”. Sono donne che, anziché dedicarsi solo alla prole e “sottoporsi alla volontà morale dell’uomo, avevano preferito rinunciare a ogni considerazione sociale, facendo di questo diniego un vanto che le fa scrollare le spalle con noncuranza”. Le cartelle cliniche che l’Autrice ha visionato ci raccontano di queste vite perdute costrette al ricovero in manicomio molto spesso dagli stessi familiari o dai medici condotti, rispettosi delle direttive del regime, così come gli psichiatri. Aggettivi come “scomposti, esuberanti, ingovernabili, sconci” sono riferiti ai loro corpi; “disubbidiente, altezzosa, capricciosa, incorreggibile, non lavora, …capace di abbandonarsi a parole da trivio…mesta, taciturna, sospettosa…”sono riferiti ai loro comportamenti, mentre “ gli zigomi sporgenti” e “i capelli quasi radi” ci rimandano a studi e categorie lombrosiane. Il manicomio diventa dunque uno strumento per medicalizzare e diagnosticare in tempo “gli errori della fabbrica umana” in linea con la politica sanitaria del regime orientata alla difesa della razza e a realizzare quegli obiettivi della politica demografica volti a eliminare dalla società “i mediocri della salute”, “i mediocri del pensiero” e “i mediocri della sfera morale”.

Share:

Ventiquattro femminicidi da inizio 2018.

Diritti, Femminicidio By 26 marzo 2018 No Comments

Associazioni e sindacati chiedono: “Il Governo renda immediatamente operativo il Piano strategico per la lotta alla violenza maschile sulle donne”.

Roma, 23 mar – Ventiquattro donne uccise vittime di femminicidio dall’inizio del 2018, quella che nel nostro Paese si configura come una vera e propria mattanza prosegue al ritmo di una donna ammazzata ogni 24 ore nelle ultime settimane. 

Lo scorso 25 novembre i giornali titolavano Via libera al Piano antiviolenza.
A distanza di 4 mesi, con un femminicidio ogni due giorni quel Piano, frutto di un lungo confronto tra società civile, varie associazioni di donne, sindacati, ministeri e istituzioni, e che porta con sé la novità di un intervento finalmente strutturale sul tema, non è però ancora operativo.

Il Piano strategico per la lotta alla violenza maschile sulle donne adottato dal Governo per il triennio 2017-2020,  approvato in Conferenza Stato-Regioni e finanziato nella legge di stabilità, a tutt’oggi non è decollato.

Share:

8 MARZO 2018: La scuola incontra il carcere. UN PROGETTO PER STARE BENE INSIEME

Diritti, Eventi By 12 marzo 2018 No Comments

Una delle politiche che UDI persegue da sempre è la collaborazione con le scuole che sono i luoghi deputati alla formazione e all’educazione dei e delle giovani. In tal senso nel 2017 UDI ha presentato al Corso di Grafica dell’Istituto Aldrovandi-Rubbiani di Bologna un progetto per la realizzazione di immagini sulle tematiche e problematiche delle donne allo scopo di illuminare il lavoro su cui l’Associazione è impegnata fin dal 1945. Docenti, studenti e studentesse hanno risposto positivamente all’invito. Tre classi di quinta hanno lavorato e prodotto opere grafiche raffinate e puntuali, già esposte presso la sala Cavazza, Palazzo del Baraccano a Bologna, dal 29 novembre al 6 Dicembre, con il titolo: “Il benessere delle donne. Costruire il futuro con UDI Bologna”. Contemporaneamente UDI dal mese di novembre 2017 ha attivato, per il terzo anno, il progetto LE PAROLE PER DIRLO, all’interno della sezione femminile della Casa circondariale di Bologna partecipando così al più ampio progetto promosso dalle Elette dell’amministrazione comunale dal titolo, NON SOLO MIMOSA.

Share:

Seconda Edizione Premio Tina Anselmi: il premio

Diritti, Eventi By 12 marzo 2018 No Comments

Seconda Edizione Premio Tina Anselmi: il premio

All’interno del ciclo di iniziative “Una settimana per Tina: per un festival del lavoro delle donne”  venerdì 9 marzo alle 9:30 in Cappella Farnese, Palazzo d’Accursio, si è tenuto il conferimento del Premio Tina Anselmi, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio Comunale e giunto quest’anno alla sua seconda edizione. “Non esiste un solo modo di osservare la realtà, di interpretarla e di provare a cambiarla. Non esistono donne di serie A e donne di serie B . E non si dimostra la propria maggiore sensibilità nei confronti delle tematiche femminili escludendo dal dibattito altre donne o altri modi di ragionare. Al contrario è sempre più evidente come sia necessaria un’alleanza tra donne di diversi strati sociali, provenienza, cultura, istruzione e idee politiche” è stata la riflessione in apertura della Presidente del Consiglio Comunale Luisa Guidone.

Share:

8 MARZO 2018 MAI STARE ZITTE! MAI STATE ZITTE! CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE INSIEME

Diritti By 14 febbraio 2018 No Comments

Carissime, l’8 marzo è alle porte e, come discusso al Coordinamento nazionale del 10 febbraio scorso, quest’anno abbiamo scelto di rilanciare un fenomeno globale di portata storica che, per la prima volta, ha portato donne famose e nomi di spicco ad esporsi denunciando la condizione endemica e pervasiva della violenza maschile nel mondo del cinema, della politica, della pubblicità e non solo: una violenza antica e strutturale che, come spesso accade, si fa forte di una soggezione culturale, fisica, sessuale e psicologica anche in assenza di apparenti costrizioni.

La denuncia da parte di nomi e volti noti contro uomini intoccabili lanciano nel mondo l’hashtag internazionale #metoo e together che in Italia si trasforma in #quellavoltache e insieme hashtag che ha consentito a tante altre donne di dar voce alla loro storia di violenza, facendo emergere una realtà spesso celata.

Ci conferma l’Istat oggi che più di quattro donne su dieci sono vittime di violenza maschile, ma solo due su dieci denuncia.

Share:

Bando Seconda edizione Premio Tina Anselmi – Scadenza prorogata al 20 febbraio!

Diritti By 12 febbraio 2018 No Comments

Il Centro Italiano Femminile (sede di Bologna) e l’Unione Donne in Italia (sede di Bologna), associazioni femminili storiche nate dai Gruppi di Difesa della Donna, hanno istituito nel 2017, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale di Bologna, un premio a donne che si sono distinte nel lavoro nell’area metropolitana bolognese, in concomitanza con la Giornata Internazionale della Donna 8 marzo.

Il premio è stato dedicato alla memoria di Tina Anselmi”, recentemente scomparsa. Prima donna a ricoprire la carica di Ministro della Repubblica Italiana con delega al lavoro, Tina Anselmi ha svolto un ruolo determinante nell’approvazione della legge 903 del 1977 “Parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro” ed è stata Presidente del Comitato Italiano per l’Anno Internazionale della Donna dichiarato dall’ONU per il 1975.

Share:

UN MONDO DI MURI

Diritti, Eventi By 30 gennaio 2018 No Comments

MERCOLEDì 31 GENNAIO ore 20:30
CASA PER LA PACE “LA FILANDA” via Canonici Renani, 8 Casalecchio

UN MONDO DI MURI
Terre Conflitti Genti
“I muri sono segnali di conflitti non risolti”
incontro promosso da
ANPI, Associazione Rose Rosse, Dentro al Nido, Donne in Nero, Libera, UDI
L’incontro vuole presentare un quadro complessivo dell’impatto dei muri che, per diverse ragioni, si sono costruiti fra nazioni e territori, per sottolineare gli effetti che hanno sulla vita delle persone, sul contesto e più in generale sull’ambiente.
Si parte dai “muri di casa”, a Gorizia, a Padova, in Europa per arrivare ai muri del Medio Oriente, dell’Africa fino al Muro fra Stati Uniti e Messico. Programma : Ingresso: Vivere il muro e il check point: simulazione all’ingresso in sala
Introduzione: leggiamo la mappa dei muri nel mondo. Sempre più muri, sempre più divisioni, sempre più potenziali conflitti . I nostri muri: Italia ed Europa ; I muri in Africa ; I muri del Medio Oriente ; Il muro fra Messico e Stati Uniti.
Suggerimenti bibliografici, filmografia, sitografia, parole

Share:

Le parole per dirlo

Diritti By 7 dicembre 2017 No Comments

Martedì 5 novembre UDI Bologna ha presentato alle istituzioni il progetto che ogni anno, da tre anni, sta realizzando con le donne del carcere della Dozza intitolato nel 2017 “Le parole per dirlo” e nel 2016 “Oltre le sbarre”. L’obiettivo finale è quello di portare fuori dal carcere i pensieri, i pareri, le riflessioni, le emozioni, i progetti, i sogni, il tempo, delle detenute perché quella dietro le sbarre al femminile è una realtà che la città non conosce. Come raccontano Alba Piolanti, Giuseppina Martelli e Anna Vinci, donne di UDI autrici del progetto: “Sempre si parla e si scrive dei detenuti, su di loro si investono energie, risorse e progetti, trascurando le donne che fuori hanno figli, mariti, compagni, famiglie, o addirittura nessuno. Far conoscere significa condividere, smuovere le coscienze, scuotere le menti. Questo progetto vorrebbe andare in questa direzione”. Martedì durante l’iniziativa le detenute hanno letto alcuni dei loro elaborati sul tema della libertà.

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2017/12/06/foto/carcere_femminile_dozza_bologna-183152538/1/#14

Share: